Santa Margherita Wines

Progetto per celebrare i 60 anni di Pinot Grigio di Santa Margherita

L’azienda voleva realizzare 6 etichette, una per ogni decade, in cui raccontare gli avvenimenti principali di quegli anni.

Santa Margherita Wines

Progetto per celebrare i 60 anni di Pinot Grigio di Santa Margherita

L’azienda voleva realizzare 6 etichette, una per ogni decade, in cui raccontare gli avvenimenti principali di quegli anni.

Concept

Lo stemma di famiglia dell’azienda cita “Il lavoro tesse i destini”. Da qui ho deciso di utilizzare una linea, un filo, che racconta la storia di Santa Margherita dagli anni ’60 a oggi. 

Lo sfondo rappresenta le 4 generazioni di Santa margherita.

Anni ’60

Santa Margherita per la prima volta al mondo vinifica il Pinot Grigio in bianco: viene rimosso il contatto fra mosto e bucce.

Anni ’70

Pinot Grigio viene premiato migliore d’Italia con una degustazione alla cieca. Si “aprono le porte” per volare oltre oceano, negli Stati Uniti.

Anni ’80

Per la grande richiesta Santa Margherita decide di differenziare il Pinot Grigio dall’area originaria e più vocata dell’Alto Adige da quello prodotto più a Valle.

Anni ’90

Vari investimenti in risorse marketing e campagne di comunicazione hanno contribuito a trasformare il Pinot Grigio Santa Margherita nel leader di mercato e in un’icona nella categoria vini bianchi.

Anni 2000

Sviluppa nuove iniziative, come ad esempio nel 2006 il premio Eno-Letterario Santa -margherita. Nel 2008 è online il nuovo sito web per dialogare e comunicare
in modo diretto coi consumatori.

Oggi

L’offerta digitale di Santa Margherita si amplia e si diversifica, stando attenta alle esigenze sempre maggiori dei consumatori finali, ma non solo. Santa Margherita sta anche molto attenta all’ambiente e alla sostenibilità, ne è un esempio la centrale a biomasse recentemente completata.

Anni ’60

Santa Margherita per la prima volta al mondo vinifica il Pinot Grigio in bianco: viene rimosso il contatto fra mosto e bucce.

Anni ’70

Pinot Grigio viene premiato migliore d’Italia con una degustazione alla cieca. Si “aprono le porte” per volare oltre oceano, negli Stati Uniti.

Anni ’80

Per la grande richiesta Santa Margherita decide di differenziare il Pinot Grigio dall’area originaria e più vocata dell’Alto Adige da quello prodotto più a Valle.

Anni ’90

Vari investimenti in risorse marketing e campagne di comunicazione hanno contribuito a trasformare il Pinot Grigio Santa Margherita nel leader
di mercato e in un’icona nella categoria vini bianchi.

Anni 2000

Sviluppa nuove iniziative, come ad esempio nel 2006 il premio Eno-Letterario Santa -margherita. Nel 2008 è online il nuovo sito web per dialogare e comunicare in modo diretto coi consumatori.

Oggi

L’offerta digitale di Santa Margherita si amplia e si diversifica, stando attenta alle esigenze sempre maggiori dei consumatori finali, ma non solo. Santa Margherita sta anche molto attenta all’ambiente e alla sostenibilità, ne è un esempio la centrale a biomasse recentemente completata.